Buste riflettenti - 1972

Al tema dello specchio già affrontato nel Labirinto e nelle Lapidi, possono essere ricondotte le buste riflettenti del 1972: qui lo spettatore  è completamente immerso nella cavità dove ha luogo il rispecchiarsi delle pulsioni inconsce. Lo specchio riflette ciò che è dentro, rispetto alla land art, l’ottico si ritrova di fronte a se stesso. E’ una riflessione sul rapporto corpo-psiche, ma l’intento di Xerra è poetico e polemico nel contempo. In queste opere il momento della fruizione è parte dell’opera.