Un diario quotidiano durante il lockdown, giorni e ore, passati a riflettere sul senso del tempo nel tentativo di esorcizzare la solitudine e la malinconia che ne consegue. Una surreale quotidianità fatta di notizie, dati, emozioni e morti che attraverso il simbolo della clessidra, remixatrice di passato, presente e futuro riportano a una frase di Sant’Agostino “Il tempo non esiste”.

Il tempo non esiste, è solo una dimensione dell'anima. Il passato non esiste in quanto non è più, il futuro non esiste in quanto deve ancora essere, e il presente è solo un istante inesistente di separazione tra passato e futuro drammaticamente sospeso dall’incognita del virus.

Così, attingendo ai materiali reperibili in casa che via via, esaurendosi, costringevano a cercarne altri, si sviluppa questo lavoro -day by day- di William Xerra. Sono settantuno opere su carta, realizzate con collage e interventi polimaterici che talvolta costringono a entrarvici dentro e farne parte, attraverso materiali specchianti generatori di una condivisione visiva.