Io mento

A partire dal 2000 Xerra interviene sulle opere precedenti, i “Vive” degli anni settanta, iscrivendo il logo “Mento”. Nel 2002 al logo Mento si sostituisce lo stigma “Io Mento”, un marchio stampigliato che rammenta l’etichettatura degli imballaggi dei prodotti commerciali in acrilico o vernice.

Xerra è consapevole che il mondo che oggi ci si presenta sembra aver perso ogni certezza, sembra aver abdicato ad una qualsiasi ricerca di una possibile verità, e l’arte che gli corrisponde non può non tener conto di ciò. La stessa ricerca artistica è messa in discussione in quanto ogni dato è incerto e inattendibile e di fronte ad essa lo spazio si riempie di realtà autenticamente finte, di menzogna.

Dopo il manifesto firmato da Xerra e letto da Pierre Restany alla Fondazione Mudina a Milano il 20 giugno 2002, l'artista ha sollecitato alcuni studiosi a riflettere e confrontarsi sul senso dello stigma "Io mento".